Turchese

Sono rami che rompono la voce della monotonia danzando, sfiorandosi,

scuotendo le viscere del vento,

opponendosi ai limiti dell’ultimo confine tra terra e fuoco.

Sgorga cenere dal Sole bruciante di sogni che imbianca l’aria,

che abbaglia i laghi assottigliandosi sulle pietre scintille frastagliate di profondità.

E non mi serve altro, immersa nel turchese d’estate a lasciarmi cullare dalla solitudine.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...